Essere, o non essere

Essere, o non essere

questo è il dilemma: se sia più nobile nella mente soffrire i colpi di fionda e i dardi dell’oltraggiosa fortuna o prendere le armi contro un mare di affanni e, contrastandoli, porre loro fine.
Morire, dormire: nulla più.
E con un sonno dirsi di por fine alle doglie del cuore e ai mille mali che da natura eredita la carne.
Questa è la conclusione che dovremmo augurarci a mani giunte.

Morir, dormire, e poi sognare, forse.

Amleto, atto III, scena I
William Shakespeare

One thought on “Essere, o non essere

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...