Tenersi ancora per mano, dopo 1500 anni

Il Fatto Storico

Eccola la dimostrazione di come l’amore tra un uomo e una donna possa davvero essere eterno e sfidare il passare dei secoli. Sono stati ritrovati così, come si vedono nell’immagine, i due amanti seppelliti insieme nel V-VI secolo d.C. ai limiti dell’antica città romana di Mutina, l’odierna Modena.

I due anonimi nostri antenati sono stati individuati nel corso della costruzione di una palazzina e hanno subito destato la tenerezza dei tecnici e degli archeologi della Soprintendenza che monitoravano il cantiere. È infatti la prima volta che viene individuata una sepoltura che davvero in chi l’ha vista per primo ha subito ricordato i sentimenti privati di una felice coppietta di millecinquecento anni fa.

I reperti non sono ancora stati studiati, ma secondo l’antropologa Vania Milani la testa dell’uomo (a sinistra) era probabilmente poggiata su un cuscino e il cranio si sarebbe spostato con il passare dei secoli. Se questo fosse confermato…

View original post 136 altre parole

Annunci

One thought on “Tenersi ancora per mano, dopo 1500 anni

  1. L’avevo letto sul SOLE24ORE e mi aveva colpito parecchio. In questo caso si potrebbe dire che “è stato ritrovato un gesto”. Un qualcosa di eterno come è l’affetto, la tenerezza, l’amore.
    Certo non l’avrebbero mai immaginato mentre s’addormentavano e lasciavano questa vita che a distanza di tanti secoli qualcuno avrebbe riscoperto il loro amore
    Se ci pensi, è commovente…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...